LO  SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI SEDRIANO VISTO DAI RAGAZZI DELLA 3^"C" DELLA SCUOLA MEDIA DI SEDRIANO

  I nostri ragazzi della terza "C" della scuola media di Sedriano partecipano al "Campionato di Giornalismo" organizzata dalla testata "Il Giorno". In altre analoghe  occasioni la nostra scuola si é distinta per la  grande preparazione degli studenti e dei suoi professori. Siamo sicuri che anche quest'anno sarà così. Il tema scelto dagli studenti riguuarda le recenti vidende che hanno portato allo scioglimento del Consiglio Comunale di Sedriano . il prestigioso quotidiano pubblica il 26 marzo 2014 ( visibile nella rubrica "stampa"  la fase preparatoria  degli studenti sedrianesi.  Non abbiamo alcuna obiezione particolare se non quella che, in democrazia,  per una corretta e completa imformazione, occorre sentire tutte "le campane". Per  questo abbiamo inviato alla dottoressa Busti, dirigente scolastico responsabile, una lettera che riproduciamo integralmente:

"Alla redazione 3 C

David Avila, Francesca Bianchi, Daria Budkina, Gioacchino Capriglione, Eleonora Cecconi, Simone Claps, Lucia Compagnone, Francesca  Correnti, Gerald  Cuba, Alexandra Danescu, Gabriele Dolcetto, Dennis Gernone, Davide Lamera, Davide Lancuba, Cristina Liguori,Marika Mancuso, Erika Maraffino, Cristina Piovani, Sabrina Sassone; Luca  Segantini, Nicolò Verpilio

Prof.ssa Giovanna Barilli

SCUOLA MEDIA “L.PIRANDELLO”

SEDRIANO

L’art. 27 della nostra costituzione  recita: “ l’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva”. Vi è sempre la presunzione d’innocenza.

Non dimenticate mai questo fondamentale DETTATO  dei nostri diritti civili e costituzionali, che non devono mai essere soffocati  oggi nei  giudizi sommari  di condanna preventiva, soprattutto perché “ media  poco seri e squalificati” , pur di vendere qualche copia, raccontano falsità  e denigrano le persone.

Prossimamente sarò  giudicato da un tribunale per un’accusa che io so essere  assurda e inesistente. Fino al momento della sentenza definitiva  vige , anche per me,   l’art.  27 del testo costituzionale.

Ho visto la vostra inchiesta per il campionato di giornalismo.

La nostra  scuola  si è sempre distinta in queste competizioni ,   risultando anche vincitrice per alcuni anni e sono certo  di  un prossimo riconoscimento della vostra bravura e del  vostro impegno.

Il tema che avete scelto è impegnativo e occupa un posto fondamentale nella coscienza di ognuno di noi;  la lotta alla criminalità organizzata deve  essere costante, forte e partecipata , soprattutto attraverso i nostri comportamenti  tesi all’onestà e al  rispetto della vita altrui . E’ fondamentale   collaborare  con le istituzioni  e anche condannare   atteggiamenti rinunciatari   e di complicità, che possono  far aumentare  le violazioni alle  nostre   leggi, anche   da parte di chi riveste cariche pubbliche.

La mia  attività di Sindaco e quella dei miei consiglieri comunali di Sedriano è sempre stata  orientata al bene comune e alla lotta contro  il malaffare!

Per questo posso tranquillamente affermare che le  dichiarate infiltrazioni della mafia nel nostro comune NON ESISTONO e abbiamo intrapreso, per questo, tutte le azioni legali che sono a nostra disposizione per  annullare una decisione  ingiusta  presa da alcuni  vertici burocratici,  costellata da errori e tante cose non vere che siamo sicuri di poter dimostrare.

Avevo chiesto ai  dirigenti della scuola di potervi incontrare per spiegare questo personalmente e, probabilmente non per cattiva volontà, questo non è potuto avvenire. Lo faccio  adesso con queste mie righe perché in democrazia è necessario sentire tutte e due “le campane”

Nel  frattempo vi auguro  di terminare il vostro impegno scolastico con  entusiasmo e gioia, ben  felice  di poter  parlare  con voi  come   “un’altra voce”  che contribuisca ad una informazione che si attenga alla verità .

Grazie a tutti . Arrivederci

                                                                              Prof. Alfredo Celeste"

Sedriano 26/03/2014

                              In data 02/04/2014 abbiamo ricevuto dalla direttrice didattica dott.ssa Busti  la seguente risposta:

"Egregio Prof. Celeste,

ho consegnato ieri copia della Sua missiva alla Prof.ssa Barilli: la docente darà lettura dello scritto in classe, così da rendere gli alunni edotti del contenuto.

Le comunico inoltre che la Prof.ssa Barilli resta a disposizione per eventuali ed ulteriori delucidazioni.

Distinti saluti

Il Dirigente Scolastico

Dott.ssa Anna Maria Busti"

                                              

Joomla templates by Joomlashine