sample

LE BALLE SULL'AREA FESTE .

Ci eravamo ripromessi di non rispondere alle polemiche di bassa lega.. ci sentiamo in obbligo di rispondere , compatendo quei "vigliacchetti"...

 

 

 

LE BALLE SULL’AREA FESTE

Ci eravamo ripromessi   di non rispondere alle polemiche di bassa lega  e per questo  ai  rinnovati  attacchi del “Movimento  5 stelle”, avevamo preferito il silenzio. Davanti, però, alle domande di alcuni suoi rappresentanti che riteniamo seri ( alcuni li conosciamo  anche  personalmente perché hanno contribuito  al nostro  successo elettorale e alla nostra  gestione del governo cittadino) , ci sentiamo in obbligo di rispondere, compatendo  quei “vigliacchetti” che si nascondono dietro il simbolo e lanciano offese e insulti (cosa vuol dire “avete governato indegnamente”?).

In particolare rispondiamo alle domande di Giancarlo Doria e a coloro che hanno  sollevato le loro perplessità.

AREA FESTE O POLIVALENTE

Ambito “A

Costruzione di ristorante, bar e casa musica-spazio/giovani.  Importo lavori  euro  410,197,07

Ambito” B”:

Costruzione di tensostruttura , due campi di bocce, un campo di basket, un campo di pallavolo, due piste da minigolf e skateboarding. Importo lavori euro 234.026,79.

Ambito “C”:

 Riporto e movimenti terra, aree verdi, laghetto e sistema di irrigazione : Importo lavori euro 234.026,79.

I lavori dell’ambito “A” e “B” venivano entrambi collaudati al 3/8/2012, mentre  il collaudo dell’ambito “C “ non veniva effettuato a causa dell’inadempienza  di quanto previsto nel progetto   che  prevede  due ponticelli ( oggi solo uno),  sei pompe  per il drenaggio del laghetto ( oggi solo una), panchine e alberi in misura maggiore rispetto all’attuale.

Il 18/6/2013 l’arch. Minei  comunicava formalmente, dopo numerosi solleciti e richieste, alla Coruzzi Costruzioni e all’ing. Munari (direttore dei lavori) e per conoscenza al collaudatore arch.  Massetti, l’apertura di un procedimento amministrativo finalizzato alla verifica  della esistenza delle inadempienze segnalate dallo stesso collaudatore.  Oggi la società è in liquidazione controllata e abbiamo sospeso il pagamento del saldo delle  competenze  del direttore dei lavori  che ha fatto emettere per questo  un decreto ingiuntivo, a cui  ci siamo opposti, da parte del Tribunale di Milano .

Quindi: la struttura, una delle più avanzate della provincia ,  utilizzabile  da tutte le categorie  dei sedrianesi e che destina, finalmente, anche uno spazio ai giovani ,  é perfettamente collaudata nelle sue parti determinanti di utilizzo, eccezion fatta per l’ambito “C” di cui sopra , che non ha impedito  l’emissione di un bando di concorso pubblico per la sua gestione,  purtroppo andato deserto.

Di più: con prot. nr 2013/0009425 del 13 giugno 2013  l’area patrimonio, nella persona dell’arch. Minei responsabile, comunica all’ assessore competente, all’ufficio commercio, ai  servizi sociali e per conoscenza alla dottoressa Pecorella quanto segue:

Il certificato di agibilità, così come stabilito dall’art 24 delle legge 380/01, attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli  impianti negli stessi installati, valutato secondo quanto dispone la normativa vigente.

Alla luce di quanto sopra tutte le strutture presenti nell’area Feste sono da considerarsi agibile a seguito del rilascio di regolare collaudo a firma dell’ arch. Angelo Claudio Massetti.

Collaudo che ha verificato la sussistenza di tutte le condizioni sopra indicate.

Pertanto fermo restando le disposizioni in materia di pubblico spettacolo, la struttura è agibile a tutti gli effetti,

A disposizione . Distinti saluti.

Il responsabile dell’area  Patrimonio

Arch. Giuseppe Luigi Minei

La coerenza delle dichiarazioni fatte in consiglio comunale è ampiamente dimostrata.

Fuori dalla propaganda e dalla imminente campagna elettorale, un buon amministratore pubblico, con  i chiarimenti di cui sopra, non può che considerare preminente questa opera pubblica e il suo utilizzo da parte dei cittadini, pur  con tutte le legittime perplessità  del caso. Non si comprende perché non venga rinnovato il bando per la sua gestione. E’ chiaro che un ulteriore mancato utilizzo, come per tutte gli edifici del mondo, può portare a un deterioramento con ulteriori spese  conseguenti. I  commissari burocrati perché indugiano?

L’ infiltrazioni mafiose sono inesistenti e allora convalidino la loro costosa  presenza, speriamo breve,   con un’attività tesa al funzionamento delle risorse pubbliche, per evitare che possano essere accusati di voler  far apparire le cose per quelle  che non sono.

A voi  “astri nascenti” un augurio di un giudizio sereno  e di futuri successi (porta male  anticipare “vinciamo noi”)e , soprattutto  difendete la Costituzione , in particolare il dettato dell’art 27.

Tutti, indistintamente,  possono  un giorno chiederne il  suo rispetto.

P.S.  A presto le prossime puntate : l’amianto nelle scuole, gli interventi nelle scuole e via Garibaldi, le situazione strade e la video-sorveglianza.

Joomla templates by Joomlashine