PENSIERINO PER LE VACANZE! 

E’ già passato tanto tempo e  il 16 agosto 2014  scatterà il nono mese  di presenza dei  “carissimi” commissari.....

 

 

PENSIERINO PER LE VACANZE

E’ già passato tanto tempo e  il 16 agosto 2014  scatterà il nono mese  di presenza dei  “carissimi” commissari.

Il risultato della loro azione è sotto gli occhi di tutti: un paese allo sfascio , un degrado osceno e costante, una irriverente sfida al senso civico e alla buona amministrazione.

L’amministrazione Celeste,  rispetto al ventennio dei soci  Re-Rigo e compagni, aveva cambiato  il paese  da “dormitorio” a centro culturale nuovo ed effervescente e  attuato  una nuova  politica di opere pubbliche  degna di un paese avanzato.

Vi è ovviamente, per questo argomento,  il “cieco” di professione o lo   sgraziato opportunista  politico che straparla , invece, di una Giunta che ha lasciato disastri. I cittadini,  nell’ora del  loro,  quanto prima, ripristino dei diritti civili, con il loro voto, ristabiliranno la verità.

Ma qualcuno obietta: “ma i commissari li avete mandati voi con le vostre mancate dimissioni.”

Non ci siamo!  Chiedete a Rigo e i suoi compagni di merenda ( caravanserraglio antimafia pecoreccio  con insulto incorporato, comitato pace dedito solo  alla  guerra alle  persone sgradite, e affini  vari)  quante volte sono  andate a trovare  la  sig.ra Pavone, capo gabinetto del reggente- prefetto di Milano tale sig. Andrena,  per questuare l’insediamento di una commissione per  eliminare l’”anomalia sedrianese”,  ovvero le mancate dimissioni della Giunta.

Gli stessi hanno poi avuto il “lungimirante “ supporto parlamentare degli On. Vinicio Peluffo e del Sen. Massimo Garavaglia, entrambi interessati per ragioni diverse, ma concordanti , per “mandarci a casa”.

Questi tentativi, violando manifestatamente  i diritti dei cittadini che   il 9 giugno  2009 avevano deciso  il governo di Sedriano, eletto democraticamente, hanno infine, malauguratamente,  raggiunto il loro obiettivo:  l’8 aprile 2013 si è insediata la triade  di commissari prefettizi,   con il compito  “speciale” di  valutare se il comune di  Sedriano fosse attraversato da condizionamenti  della criminalità organizzata: Indovinate chi  era componente e responsabile  della  commissione  cosiddetta d’indagine?  Naturalmente la sig.ra  Pavone .

Leggendo la relazione si capisce perfettamente che vi era già il  disegno precostituito  di buttare all’aria l’Amministrazione Sedrianese;  la  conferma  è   nella relazione riservata  e, in particolare, nel passaggio dove motiva la  necessità  dello scioglimento  “per l’ancora potenziale rischio d’inquinamento”  perché ancora in essere lo” status quo “, ovvero siamo ancora in carica e,  in particolare, lo è il Sindaco Alfredo Celeste.

Incredibile e pazzesco!

Un altro elemento a sostegno di quanto sopra : la “triste” commissione dopo tre mesi dall’insediamento,  esattamente l’ 8 luglio, chiede una proroga  di altri tre per “ i complessi  accertamenti” che, cosi faticosi e lunghi, si esauriscono però  il 16 luglio (una settimana dopo!) con la consegna  della “sciagurata” relazione  al prefetto che, a sua volta, il 24 luglio 2014  la spedisce   al ministro dell’interno  :ufficialmente  risulta svolto un lavoro di sei mesi, nella realtà dei soli tre iniziali.

Abbiamo già avuto modo di parlare della “relazione riservata” : il Tar del  Lazio ha ordinato due volte di consegnarla a causa del   nostro ricorso, per annullare   l’iniquo e ingiustificato scioglimento,  che verrà discusso il 5 novembre 2014.  Molte volte , avendola esaminata  attentamente, ho descritto questa relazione  piena di deduzioni personali , chiacchiere da bar e con  molte  falsità. Aspetto la querela per poterla discutere in tribunale a carte scoperte.

Ma è molto  grave che i cittadini di Sedriano non possano conoscere i motivi  del fango che sono stati costretti a subire, stante  la ostinata resistenza a rendere pubblici  i resoconti   del trio prefettizio Pavone/Costa/Maione,  utilizzati per lo   scioglimento del Comune di Sedriano  da parte delle alte gerarchie burocratiche.

“Il primo comune sciolto per mafia”: titoloni a tutta pagina, resoconti delle varie tv nazionali,  commenti  a go-go di personaggi improvvisatisi antimafia e rispettosi improvvisamente della  legalità dopo averla più volte stracciata, poveri pennivendoli e blogger  frustrati a caccia finalmente  di notorietà, vari soggetti,

 qui indicibili per varie ragioni, che  hanno potuto finalmente affermare “ che la mafia esiste veramente in Lombardia”: rassicurati,   abbiamo finalmente  visualizzato il nemico antico ma onnipresente!

In tutto questo frastuono non  si è notata una cosa importante( o forse non la si è voluta  notare): è il  primo comune( ingiustamente!!)  sciolto per mafia in Lombardia , ma è anche il primo e unico  comune, in assoluto nella storia lombarda , che ha avuto l’insediamento di una commissione  in tal senso. Diversamente dal nostro gli altri comuni , molto conosciuti e di  dominio pubblico da tempo, interessati da sentenze passate in giudicato di colpevolezza e  collusione  dei  loro amministratori, teatri  pubblicizzati di domini mafiosi,  sono stati esentati  da tale organismo d’indagine  a causa delle  dimissioni consegnate dagli eletti  che hanno provocato “sic e simpliciter” la fine delle loro legislature, con ciò "certificando" , in una mostruosa deviazione del  senso logico, che le eventuali  “infiltrazioni”  mafiose avvenute fossero  state improvvisamente  bonificate  e non più presenti  (per opera di “grazia divina”??).

Questa riflessione la proponiamo  al nuovo Prefetto Dott. Francesco Paolo Tronca, sperando nella bontà di quanto descrivono i  vari commenti positivi sulla sua persona.

Dopo le vacanze, generalmente, inizia un nuovo anno sociale e politico.

 Il sottoscritto e il mio gruppo politico augura al nostro Comune e ai Sedrianesi  una vita migliore e una prosecuzione  di quanto  si stava facendo e, inopinatamente,  interrotto   alla sciagurata data del 16 ottobre 2013:  noi ci saremo ancora!

Alfredo Celeste

Sindaco eletto dai cittadini di Sedriano .

Joomla templates by Joomlashine