LA VERGINITA' IMPOSSIBILE DI MARCO RE

 

LA VERGINITA’ IMPOSSIBILE  DI MARCO RE

Ultimamente, dopo un periodo lunghissimo di silenzio, assistiamo a uscite giornalistiche di Marco re.

L’uomo, ben aduso alla politica più opportunistica,  interviene  con  puntiglio su temi vitali dell’amministrazione comunale  atteggiandosi a portatore di soluzioni e criticando, quasi sdegnato, la precedente amministrazione.

Ci fa sorridere questa necessità di rifarsi una verginità che, dopo venti anni  di mal governo nelle  vesti di Sindaco o quasi, ha ridotto il paese a un dormitorio e una fossa biologica  culturale.

Molto probabilmente, conoscendolo, il suo atteggiamento è dovuto al fatto che sente odore di rinnovata candidatura  a sindaco del paese e spera di far dimenticare il suo ventennio disastroso, ma ripieno di incarichi e compensi.

L’ultima uscita infelice è quella , facendo da “tappetino” ai disastrosi burocrati reggenti malamente l’amministrazione sedrianese,  di indicare che “ .. certamente  le condizioni di bilancio e i debiti fuori bilancio che  la commissione straordinaria ha ereditato dalla precedente giunta sono pesanti..”.

Per l’ennesima volta ribadiamo:

 in quattro anni e mezzo di amministrazione svolta dalla giunta Celeste  i bilanci sono  sempre stati caratterizzati da un avanzo  attivo e mai, ripetiamo mai, sono stati presenti  “debiti fuori bilancio”.

Questo è stato certificato dai consigli comunali che hanno approvato gli atti relativi (bilanci consuntivi), dalla Corte  dei Conti , dalla certificazione dei revisori  dei conti e, paradossalmente, anche dalla fantasiosa relazione riservata della sig.ra Pavone che proponendosi di sciogliere gli organi elettivi del Comune di Sedriano,  tra le molte falsità ( ormai scoperte anche  dalle recenti audizioni dei funzionari del comune) non poteva  nascondere questo dato positivo e, per questo,  ha descritto che i bilanci dell’amministrazione  Celeste sono regolari e privi di “debiti fuori bilancio”.

Quest’ultimi  sono , invece, sbandierati dalla attuale triade commissariale e  sono solo “gesta poco virtuose” della loro ricerca  affannosa di rappresentare  a tutti  i costi il nostro comune come sfasciato e inquinato.

Inutile dire che, se sopravvenute, queste carenze di bilancio sono solo frutto della incapacità dei burocrati e per questo abbiamo richiesto l’accesso agli atti della documentazione dettagliata di quanto affermato dagli stessi “scartoffiemen”,  ma  ovviamente questo  ci é stato  negato

Consigliamo a Marco Re più  serenità e  obiettività e autonomia . Si rassegni  : il suo  “candore” è stato violato più volte e, come dicevano i nostri anziani, il più delle volte   una minestra  riscaldata non è  vincente.

VERIFICA DI CASSA

Joomla templates by Joomlashine